Close

Casalgrande Padana - L’architettura al tempo di “tempodacqu [..]

per scaricare le immagini ad alta risoluzione occorre essere Registrati ora o avere effettuato il Login
Dettagli azienda
Casalgrande Padana S.p.A.
Via Statale 467, 73 - 42013 Casalgrande (RE) - Italy
Tel. +39 0522 9901
Fax. +39 0522 996121
N. Verde: 800 210311

Cosa serve per creare coscienza ecologica?
È in uscita il nuovo numero di Percorsi in ceramica, il numero che inaugura gli anni Venti del Duemila, anche per questo, diverso da tutti gli altri.
Non parla di Casalgrande Padana, né di progetti di architettura fatti con la ceramica di Casalgrande, ma di un evento focalizzato su un tema ambientale.
Proprio per questo è un segnale concreto della sensibilità e dell’impegno dell’azienda per diffondere la coscienza ecologica, in questo caso, sull’acqua.

A novembre dello scorso anno si è svolta a Pisa la terza edizione della Biennale di Architettura, curata da Alfonso Femia e dedicata all’analisi, al dibattito e alle proposte progettuali sugli aspetti più drammatici e invasivi del cambiamento climatico: la riduzione e l’eccesso dell’acqua.

Casalgrande ha sostenuto la Biennale nei dieci giorni del suo svolgimento a Pisa e ha proseguito nel suo impegno, scegliendo di dedicare il magazine di inizio decennio a “Tempodacqua”, offrendo così l’opportunità di una diffusione significativa nella comunità progettuale sia in Italia, sia in Europa.

Questo numero di Percorsi è dedicato all’esperienza
che Casalgrande Padana ha condiviso con la Biennale
di Architettura di Pisa, alla fine del mese di novembre
dello scorso anno.
Alla vigilia di un nuovo decennio, carico di responsabilità
e scadenze, la manifestazione, curata da Alfonso Femia,
si è assunta il compito di sollecitare il mondo dell’architettura
a scegliere strumenti adatti per progettare al tempo della
crisi climatica, il “Tempodacqua”.

Non abbiamo voluto raccontare, né fare una sintesi
dei contenuti .
In questo numero abbiamo voluto
spiegare la qualità diversa e innovativa di un progetto
culturale che ha affrontato una questione scomoda e urgente.
Il tema dell’acqua al tempo della crisi climatica non
si esaurisce con risposte facili o soluzioni prefabbricate,
non si liquida con progetti ammiccanti da cover story, non
è mediaticamente attraente perché evoca disastri per l’eccesso
e tragedie per la scarsità.

Ma è un compito necessario.

E Casalgrande Padana che da tempo si impegna per
realizzare le ceramiche con materiali naturali, in un processo
di produzione a “circuito chiuso” che le consente di creare
prodotti a bassissimo impatto ambientale, sia in termini di
fabbricazione, sia di durata della vita, ha aderito al progetto
“Tempodacqua” con la precisa volontà di fare un passo
avanti nella comprensione dell’architettura al tempo del
cambiamento climatico.



Nel numero si racconta la Biennale: il concept, la mostra, i dibattiti, le esperienze, i personaggi, le idee … il futuro dei luoghi urbani, dei territori, dell’uomo in relazione all’acqua.
Casalgrande Padana è un’azienda fortemente orientata alla sostenibilità ambientale, ne fa un approccio etico e un’operatività concreta. Con questo racconto contribuisce a sensibilizzare chi progetta al tempo del cambiamento climatico e a stimolare riflessioni individuali su come affrontarlo con gli strumenti dell’architettura.

Quello di dedicare a Tempodacqua un intero fascicolo di Percorsi in ceramica, è un modo concreto per contribuire a comunicare un progetto importante, per amplificarne il messaggio, stimolare curiosità e nuova progettualità.

E anche questo serve per creare una coscienza ecologica.