Close

Michel Boucquillon e Donia Maaoui - presentano Bark

per scaricare le immagini ad alta risoluzione occorre essere Registrati ora o avere effettuato il Login
Il Centrotavola
Il Centrotavola "Bark" segna il debutto della collaborazione tra gli architetti Michel Boucquillon e Maaoui Donia e l'azienda Alessi.

Dopo aver firmato oggetti per le più importanti aziende dell'arredo italiano e internazionale, quali:
Artemide, Antoniolupi, Aquamass, Martinelliluce, Serralunga e Valli&Valli, i due designer si
cimentano con uno dei pezzi di design più importanti per l'allestimento della tavola. Bark è il
centrotavola che i due progettisti hanno disegnato per Alessi. In inglese "Bark" significa corteccia, ed è proprio, da questo elemento naturale da cui nasce l'ispirazione del centrotavola traforato, con i nodi di legno e la struttura del tronco.
Il gioco di luci e di ombre ispirate dalle persiane in metallo di "Casa Boucquillon" hanno ispirato la
nascita del centrotavola “Bark". Il risultato è un oggetto poetico e allo stesso tempo funzionale.
Studiato per essere realizzato in tre versioni: in acciaio finitura lucida, verniciata a polveri possidiche di colore bianco o nero.


Michel Boucquillon e Maaoui Donia commentano così la loro collaborazione con l'azienda Alessi e la
creazione del centrotavola Bark: «Sedurre l’inconscio del consumatore è probabilmente il ruolo più
sottile e nobile designer. Si tratta di dare all’oggetto un’anima, un’identità tematica che l'inconscio
deve catturare senza sforzo. L’oggetto deve suggerire.
L’idea del Centrotavola “Bark” nasce dal disegno delle persiane in metallo della nostra casa-studio
nella campagna toscana vicino alla città di Lucca. Si tratta di una casa dove abbiamo sperimentato e messo in pratica alcune idee che avevamo nella testa da diverso tempo; il suo nome è “Casa Boucquillon”.
I trafori che nella casa sono utili a creare zone di ombra e di fresco, nel centrotavola “Bark” servono a lasciar passare l’aria per far respirare la frutta, come nei cesti di rami incrociati o in quelli di corteccia che si usano in campagna per la raccolta.»